Sensibilita' multipla chimica
un cuore unico per la sindrome da fatica cronica(cfs/me), la fibromialgia(fm) e la sensibilita' multipla chimica(mcs)
Lottiamo insieme
Linee guida diagnostiche e ricerche
linee guida regione Lazio
Codice esenzione Mcs regione Lazio
Protocollo internazionale ospedalizzazione
Epidemiologia
Esenzione terapia/ asssitenza domicilare
Le analisi e i test
biomarcatori in MCS
Riconoscimento e tabellazione
definizione del danno chimico
La situazione dei malati in Italia
Maggio mese della MCS
Centri per la diagnosi Mcs
Associazioni
Sensibilita' multipla chimica

Premessa

Definizione. L’ MCS e’ un disturbo cronico caratterizzato da sintomi ricorrenti, a carico di piu’ organi ed apparati, che insorgono in seguito al esposizione a sostanze chimiche, anche non correlate chimicamente, a concentrazioni molto inferiori a quelle generalmente tollerate dalla popolazione generale. Tale disturbo deve determinare un importante compromissione dell’ autonomia della persona nelle normali attivita’ della vita quotidiana. Le sostanze imputate principalmente sono solventi, vernici, pesticidi, alcuni tipi di medicamenti e additivi, zone di residenza altamente inquinate. La perdita di tolleranza indotta porta il paziente ad una ipersensibilita’ olfattiva amplificata verso profumi, odori naturali e verso tutti i composti di origine petrolchimica di uso comune: composti organici volativi tra cui insetticidi, cosmetici, carta, plastiche ecc nelle piu’ basse concentrazioni normalmente non percepibili dalla popolazione generale.L’ ipersensibilita’ si estende anche ai rumori, ai campi elettromagnetici, alle radio frequenze,alle luci brillanti, alle fonti di calore. Non essendoci a tutt’ oggi cure risolutive , gli unici rimedi restano l’ evitare l’ esposizione alle sostanze chimiche responsabili ed il controllo ambientale anche all’ interno della propria abitazione. E’ evidente come tale condizione comporti per il paziente uno stato di regressione, isolamento, con un repentino scadimento della qualita’ della vita.
 

La Sensibilità Chimica Multipla, Multiple Chemical Sensitivity o MCS, è una malattia moderna. I criteri per la sua definizione sono stati pubblicati una prima volta nel 1989 e ridefiniti dieci anni dopo da un gruppo di clinici Statunitensi. (Archives of Environmental Health, International Journal, May-June 1999, vol 54, numero 3). Nel “consensus report“ di Chicago (USA), tenutosi nel 2001, essa e’ stata definita come una malattia cronica, con sintomi ricorrenti e riproducibili in risposta alla esposizione a bassi livelli di sostanze chimiche, sostanze tra loro non correlate dal punto di vista molecolare. I sintomi vengono a cessare o si risolvono quando viene meno l'esposizione alle sostanze chimiche in questione. La malattia colpisce piu’ organi e sistemi e, non correttamente curata, si aggrava progressivamente conducendo a gravi danni d’organo come cardiopatia ischemica, neuropatie centrali e periferiche , epilessia, accidenti vascolari cerebrali, nefropatie ed epatopatie, neoplasie. (Meggs.WJ, Department of Environmental Medicine, East Carolina University, School of Medicine: Multiple Chemical Sensitivity and the immune system, Toxicology and Industrial Health, 1992.Jul-Aug.8 (4) 203-14)






 

 
 
Sintomi. I sintomi, che generalmente interessano piu’ organi e apparati contemporaneamente, sono estremamente variabili e possono manifestarsi con difficolta’ respiratoria, disturbo del sonno, della concentrazione e della memoria a breve termine, irritabilita’, depressione, emicrania, nausea, dolore addominale, fatica cronica, dolori osteo articolari, irritazione delle mucose ( occhi, naso, trachea, bronchi, orecchie) eritemi cutanei, prurito, fenomeni orticarioidi/angioedematosi, calore diffuso, abnorme disidratazione, crampi, formicolii, acufeni, ronzio alle orecchie, ipocausia, alterazioni dell’ equilibrio, aborti spontanei, malformazioni genetiche....
 
 
Eziologia. Gli studi diMartin L. Pall, professore emerito di biochimica e scienze mediche di base, Washington State University e direttore della ricerca, “il decimo Gruppo di Ricerca di paradigma” portano ad evidenziare che la MCS è inizialmente attivata dal’ esposizione a un solvente organico volatile, organofosforici / esposizione carbammato pesticida, dal'esposizione dei pesticidi organoclorurati, e / o dal esposizione di antiparassitari piretroidi. Questa esposizione darebbe l’ avvio al aumento dei livelli di ossido nitrico (NO) nel corpo. L'ossido nitrico agisce quindi attraverso il suo prodotto ossidante, il perossinitrito (ONOO-), per mantenere un ciclo di meccanismo vizioso che è responsabile per le malattie croniche derivanti (MCS). Questo ciclo è chiamato ciclo NO / ONOO (pronunciato "no oh no"). I sintomi della MCS sono generati da elevati livelli di ossido nitrico ed elevati livelli di perossinitrito o di citochine infiammatorie, stress ossidativo ed elevata attività del recettore NMDA e vanilloide. Questo meccanismo si chiama "up-regulation".Il trattamento deve concentrarsi sulla down-regolazione del ciclo NO / ONOO biochimica.
 
 Studi epidemiologici  Uno dei più importanti studi epidemiologici, condotto nel 2005 da Caress e Steinmann nello Stato della Georgia (USA), ha evidenziato una forte sovrapposizione tra la MCS e l’asma. In Italia la MCS è inserita, nelle “LINEE GUIDA PER LA TUTELA E LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI CONFINATI” – dell’accordo del 27.09.2001 tra il Ministero della Salute, Regioni e le province autonome, come condizione di particolare sensibilità ad agenti chimici e ambientali a concentrazioni generalmente tollerate dalla maggioranza dei soggetti. Riguardo gli studi epidemiologici, il Ministero della Salute della Danimarca ha aperto un osservatorio sulla MCS stimando in 50.000 il numero delle persone sensibili alle sostanze chimiche presenti in prodotti d’uso comune: ovvero il 10% della popolazione è suscettibile a tali prodotti d'uso comune con una minima percentuale resa invalida da tale condizione.Nel 2002 l’Agenzia per la Protezione Ambientale Danese aveva pubblicato un rapporto sulla MCS visibile in inglese su: www.mst.dk/udgiv/Pubblications/2005/87-7614-548-4/html/defauld_eng.htm Nel gennaio 2005 è stato inaugurato dal ministro dell’Ambiente Hedegaard nell’Ospedale Generale Gentofte Amtssygehus il Centro di ricerca sulla MCS che ha il compito di lavorare per 3 anni sulle cause e sugli effetti di tale patologia. Il sito del centro è: www.mcsvidencenter.dk. Le statistiche USA indicano che il 15% della popolazione americana soffre di una qualche sensibilità chimica e che l’1,5-3% abbia MCS grave In Italia non solo 4000 come riporta una dichiarazione del Centro per le Malattie Rare dell'ISS all'ANSA nel 2004. Inoltre dagli studi epidemiologici in Australia. http://sacfs.asn.au/download/Fitzgerald%202008%20EHJ8(3).pdf  In Italia sono solo 4000 i casi in stimati dal Centro per le Malattie Rare dell'ISS e riferiti all'ANSA nel 2004, ma per conoscere il numero dei reali dei malati   è necessario che si effettui uno studio epidemiologico 
 
Trattamenti. L ‘ evitamento chimico è stato scientificamente dimostrato di essere il più efficace trattamento per la MCS .Prevenzione significa semplicemente eliminare l'esposizione a sostanze chimiche che provocano reazioni negative. Questo riduce il carico corporeo di sostanze chimiche nei tessuti e vie di disintossicazione epatica. Non riuscendo a evitare le esposizioni a sostanze chimiche che non producono una reazione poteva provocare una sensibilizzazione ai prodotti chimici aggiuntivi che prima erano tollerate.
L’ evitamento chimico inizia con il cocktail di sostanze chimiche spesso nascoste in prodotti per la cura personale dai prodotti per l'igiene ai prodotti per la casa.  A tutto questo va associato un protocollo nutrizionale antiossidante. La maggior parte dei medici qualificati offrono uno o più forme di terapia antiossidante e nutriente .I pazienti con MCS spesso soffrono di malassorbimento, sia in grado di assorbire le sostanze nutrienti sufficienti alimenti che mangiano o che richiedono alti livelli di nutrienti utilizzati nel processo di disintossicazione. Aumentare i livelli di alcuni nutrienti spesso riduce la gravità dei sintomi. Aumentare antiossidanti fornisce un effetto protettivo. Ci sono molti prodotti e protocolli disponibili, il migliore e’ quello creato dal Dr. Martin Pall che ha per  primo sviluppato un protocollo nutrizionale per down-regolazione del ciclo NO / ONOO modificato poi dal Dr. Grace Ziem.
Il ciclo NO / ONOO è anche conosciuto come ilParadigma decimo in Medicina .I seguenti agenti sono previsti per regolare il ciclo NO / ONOO e ridurre i sintomi:Nebulizzazione per via inalatoria glutatione ridotto (solo RX), Nebulizzazione Hyroxocobalamin per via inalatoria (solo RX),Misto tocoferoli naturali, vitamina C, Magnesio, Quattro Flavonoidi di fonti diverse:Ginkgo Biloba, estratto di mirtillo, Silimarina, e Estratto del mirtillo, Selenio lievito di selenio, Coenzima Q10, Acido Folico, Carotenoidi tra cui il licopene, luteina e alfa-carotene, Acido alfa-lipoico, Zinco (dose modesta), Manganese (dose bassa), rame (dose bassa), vitamina B6 in forma di piridossal fosfato, Riboflavina 5'-fosfato (FMN),Betaina (Trimethylglycine),Estratto di tè verde,Acetil L-Carnitina.
 
 Fonti e approndimento.
 
 
http://www.thetenthparadigm.org/




SUL FORUM TROVERETE UNO SPAZIO SULLA MCS 
 

 

 




Home Me/cfs FibromialgiaSensibilita' multipla chimicaLe cure possibiliLe nostre storieTutte le petizioniForumEntra in chat Contattami